Effetti per chitarra: la Distorsione

Share
Effetti per chitarra: la Distorsione - consigliTipicamente usata nel Rock, la distorsione è un difetto del suono che diventa un “colore” interessante ed espressivo tipico del suono della chitarra. Può essere ottenuta “saturando” un amplificatore oppure con un effetto esterno, di solito un pedale.

 

Se spingete un amplificatore al massimo delle sue possibilità di volume, questo distorcerà il suono, modificando il timbro e la dinamica della chitarra. All’inizio non c’era altro modo di ottenere questo effetto, se non quello di “saturare” le valvole di un amplificatore. Oggi esistono molte altre possibilità, date dalla tecnologia, ma il suono potente e caldo delle valvole mantiene ancora il suo fascino, anche se le orecchie ringraziano gli inventori degli effetti dedicati.

Alla fine degli anni sessanta e soprattutto all’inizio degli anni settanta sono stati impiegati i primi effetti di distorsione a pedale, chiamati “fuzz“, dal caratteristico suono ronzante. Ad esempio uno dei primi ad adoperarli nelle sue incisioni è stato Jeff Beck, in questo senso sempre all’avanguardia. In seguito sono satti creati gli overdrive e i distorsori che circolano oggi, ognuno con il suo tipico timbro, ottenuto qualche volta anche dall’aggiunta di una vavola per “riscaldare” il suono.

Oggi ci sono emulatori di suoni distorti degli amplificatori storici che si trovano nelle incisioni di chitarra rock. Anche se non sono la stessa cosa degli originali, diciamo che forniscono una valida alternativa senza dover spendere una cifra troppo esosa. I controlli che di solito hanno tutti i pedali ed effetti di questo tipo sono: livello della distorsione, guadagno (o gain), volume e tono.

Bisogna poi ricordare che il livello di ingresso della chitarra influenza molto la distorsione, per cui una chitarra che monta single coin come una Fender Stratocaster, avrà un livello di distorsione inferiore di una Gibson Les Paul, che è fornita di pickup del tipo “Humbucker“. Alzando molto il livello della distorsione si abbassa però anche la dinamica delle note, appiattendo molto l’esecuzione.

In effetti, molti dei soli di chitarra più storici non necessitano di una grande quantità di distorsione, ma solo del giusto “gain”, che colora il suono senza abbassarne troppo il livello. Quando una chitarra è già un pochetto distorta alzando il volume dell’ampificatore, basterà poco per scaldare il suono con un pedalino, senza esagerare.

by Wenz

ebook chitarra per principiantiConosci meglio la chitarra con
“AVVICINARSI ALLA CHITARRA”
e-book con articoli e lezioni
per scoprire lo strumento più diffuso al mondo
scaricalo adesso gratis!

 

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share