Migliorare la propria sessione di studio della chitarra: obiettivi chiari

Share
programma di studio per chitarraForse molti vorrebbero suonare come i grandi chitarristi che seguono ed amano, e si domandano come hanno fatto a diventare così bravi? Oppure si chiedono se loro stessi potranno arrivare mai a quei livelli? Suonare la chitarra con controllo e padronanza dei mezzi richiede un sacco di tempo ed energia, ma non è una cosa impossibile, occorre solo molta determinazione e impegno.

 

Credo che il motivo per cui molti non raggiungono il livello dei “big” non sia per mancanza di talento, ma piuttosto perché non sanno quello che devono studiare e come lo devono studiare. In genere il materiale di studio non manca, ma è disorganizzato, cioè non è ordinato per il raggiungimento di specifici obiettivi. Il segreto è che non dovrebbe mancare un buon “piano di studio”, con obiettivi chiari e personalizzati.

Certo, si fa presto a dire che manca un piano di studio, ma il difficile è comporne uno adatto alle proprie esigenze. Un tale piano dovrebbe essere flessibile, attuale, efficace e creativo. Non c’è bisogno di annoiarsi con una pratica ripetitiva tutti i giorni, ma piuttosto essa dovrebbe variare ed essere costruita su un range di più giorni con moduli costanti ed altri intercambiabili.

Prima di tutto gli obiettivi dovrebbero essere chiari. Pensiamo ad una cartina stradale: se non sappiamo dove vogliamo arrivare non ci servirà a niente, per cui sarà utile stabilire qualche aspetto che vogliamo sviluppare o migliorare.

Queste sono le cose più importanti da definire e credo che la guida di un buon maestro sia essenziale, perché gli obiettivi vanno stabiliti sulla base di cosa si vuole ottenere, e per saperlo occorre molta esperienza. Facciamo un esempio: per il programma di studio occorre saper suonare un certo brano ma il risultato non è soddisfacente, potrebbe essere un problema tecnico della mano sinistra, della mano destra, dell’aspetto ritmico, interpretativo e musicale, un fatto di dinamiche o di concentrazione o alcune di queste cose assieme.

Ecco uno dei motivi per cui le scuole hanno in genere più successo dei corsi di lezioni private, soprattutto per allievi ancora da formare. Perché esse aiutano a chiarire gli obiettivi generali dei corsi attraverso i programmi. Indicando i grandi obiettivi di un corso di studio, si danno già indirizzi abbastanza precisi all’insegnante, che provvederà poi a creare una scaletta di obiettivi a breve termine strutturati allo scopo.

Una volta capito il punto d’arrivo nel lungo e nel breve periodo, sarà più facile strutturare un programma di studio casalingo con alcune parti che variano di giorno in giorno ed altre che rimangono fisse.

Prossimamente vedremo altri consigli per costruire un programma d’allenamento efficace, per cui seguite il blog, mi raccomando.

(Leggi il seguito dell’articolo)

by Wenz

Scopri come migliorare la tua
tecnica esecutiva grazie a
“LE DIMENSIONI SONORE”
(e-book gratuito!)

Nome

E-mail

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share