Pulizia della chitarra

Share
come pulire la chitarraLa chitarra è uno strumento “vivo”, costruito spesso con legni pregiati, quindi molto delicato e da custodire con cura. La pulizia è una parte importante che, se fatta in modo corretto, prolungherà la vita dello strumento.

 

Contrariamente a quanto si crede, i prodotti per mobili non sono indicati per pulire la chitarra. Un panno morbido imbevuto d’acqua dovrebbe essere sufficiente e adatto per ogni tipo di strumento, ma se lo sporco che volete rimuovere è ostinato, evitate lucidi vari, e utilizzate solo prodotti appositi venduti nei negozi di strumenti musicali.

Le chitarre di liuteria acustica, verniciate con delicate lacche naturali, sono da manipolare con cura e vanno pulite solo con acqua. Portatele dal liutaio per pulizie più approfondite. Le chitarre elettriche industriali sono verniciate con strati di vernici alla nitro o vernici poliuretaniche e in poliestere, se volete pulirle approfonditamente potete utilizzare una piccola quantità di polish bianco per automobili, così da rimuovere eventuali unti, poi passate un panno morbido in cotone per lucidare.

Le parti metalliche possono invece essere pulite e lucidate con uno straccetto unto con olio di vasellina, potete usarlo anche per le parti metalliche dei pick-up. Per pulire le corde acquistate l’apposito prodotto in vendita nei negozi di chitarra, oppure uno spray WD-40 spruzzato sullo straccio. Le tastiere in legno pregiato come ebano o palissandro non trattati, possono essere pulite efficacemente con poco di olio d’oliva, mentre se la tastiera è verniciata allora potete trattarla come il corpo dello strumento.

Infine le parti in plastica possono essere pulite con lo stesso polish usato per il body, evitando di strofinare le zone in cui compaiono eventuali scritte. Un consiglio importante è di pulire con un panno morbido la chitarra dopo ogni performance per prolungarne la vita, così come le corde.

Bene, allora cominciate fin d’ora a curare bene la vostra preziosa “seicorde”.

by Wenz

 

Conosci meglio la chitarra con
“AVVICINARSI ALLA CHITARRA”
e-book con articoli e lezioni
per scoprire lo strumento più diffuso al mondo
scaricalo adesso gratis!

 

2 Commenti

  1. francesco

    Ho appena acquistato una martin gpcpa4 siris con tastiera in richlite. Sapresti darmi delle indicazioni su come trattarla? può andar bene l’oliod i limone come per le tastiere in ebano o palissandro?

    Replica
    1. Enzo Crotti (Autore Post)

      A quanto mi risulta la Richilite è una resina derivata dalla formaldeide e dal fenolo, quindi credo che si possa pulire come si pulisce anche il corpo verniciato, e cioè con uno straccio umido e con un pò di polish se ci sono macchie ostinate. Se non ti fidi a usare il polish usa un pò di limone e acqua. L’olio non credo serva a molto, in quanto non si tratta di legno.

      Replica

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share