Chet Atkins, grande chitarrista e manager di Country

Share
Chet Atkins, grande chitarrista e manager di CountryLo stile per cui Chet Atkins è ricordato è il “finger-picking”, derivato direttamente dalla musica country, grazie al quale poteva accompagnare melodie in completa autonomia. Comunque il suo brano più conosciuto è suonato con uno speciale plettro che si inserisce sul pollice e accompagnato da una band.

 

Atkins inizia la sua carriera da professionista poco più che ventenne  firmando un contratto con la RCA, e accompagnando noti artisti di Musica Country. Il suo primo successo come artista solista risale al 1954: il singolo “Mr. Sandman”. Oltre alla carriera da musicista è importante anche la sua qualità di consulente sia nel campo della costruzione di chitarre elettriche, prima con la Gretsch e poi con la Gibson che gli dedicano alcuni fortunati modelli, ma ancor di più nel campo discografico.

La RCA gli affida la divisione di Nashville, da cui deriverà la nascita del Nashville Sound, un tipo di Country in cui vengono eliminati i violini e le steel guitar, per dare più spazio alle chitarre elettriche ed acustiche. Successivamente Atkins diventa vicepresidente della divisione Country della RCA, dopo che nel 1965 aveva pubblicato il suo singolo di maggior successo: “Yakety Axe”, noto anche come colonna sonora di una divertente serie televisiva.

Durante gli anni settanta diraderà gli impegni come manager discografico e collaborerà con artisti come Perry Como, Jerry Reed e Les Paul, ricevendo anche il prestigioso premio Grammy per la musica strumentale Country.

Il suo stile virtuosistico prevedeva una sapiente miscela composta dall’utilizzo della tecnica finger-picking e mista tra plettro e dita, improvvisazione principalmente sulle scale pentatoniche e grande invenzione tematica, come potete verificare nei video che allego a fine articolo.

Lascierà la RCA a fine degli anni settanta, revocando anche il permesso di usare il suo nome alla Gretsch. Risale all’inizio degli anni ottanta la collaborazione con la Gibson per produrre il modello a lui intitolato da questa casa costruttrice, continuando contemporaneamente la produzione di album musicali. Alla fine della sua carriera, avvenuta alla morte nel 2001 per cancro al colon, avrà ricevuto 11 premi Grammy e sarà stato nominato per nove volte “Instrumentalist of the Year” dalla Country Music Association. E’ entrato anche a far parte della classifica “Rock and Roll Hall of Fame” della rivista Billboard nel 2002.

by Wenz

Conosci meglio la chitarra con
“AVVICINARSI ALLA CHITARRA”
e-book con articoli e lezioni
per scoprire lo strumento più diffuso al mondo
scaricalo adesso gratis!

 

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share