Leo Brouwer: compositore chitarrista puro

Share
Leo Brouwer che dirigeIl grande chitarrista e compositore cubano Leo Brouwer è uno degli autori più celebri ed eseguiti nel repertorio della chitarra classica. Ha dedicato a questo strumento la maggior parte delle proprie composizioni, continuando così la tradizione ormai persa di Sor e Giuliani.

Sappiamo tutti che i compositori contemporanei e passati hanno nel pianoforte uno strumento di formazione privilegiato. Leo Brouwer invece viene dalla chitarra e dedica ad essa grandi composizioni avendo ricevuto da questo strumento ispirazione ed evoluzione. Fin dall’adolescenza abbina infatti una brillante carriera concertistica all’attività di compositore, evidenziando una forte personalità, seppur ispirata dalla musica cubana, europea e da Villa-Lobos.

La sua prima composizione pubblicata, “Danza Caracteristica”, è del 1957, quando Brouwer aveva appena diciotto anni, ed evidenzia un linguaggio personale, istintivo ma allo stesso tempo intellettuale. Successivamente compone brani più elaborati tra cui “Elogio de la danza” del 1964, uno dei suoi brani più conosciuti.

Tra Stati Uniti ed Europa la carriera di concertista lo porta a numerose e stimolanti esperienze, che arricchiscono il suo stile compositivo di sensualità con la comparsa dei clusters (densi agglomerati armonici). In quel periodo Brouwer si dedica alla composizione e alla direzione, arrivando poi ad abbandonare l’attività concertistica. Questa fase lo vede alle prese con composizioni di grande struttura come concerti per chitarra e orchestra e musica da camera.

Opere della maturità sono “El Decameron Negro”, che fonde la musica country al suo stile, e il “Concerto Elegiaco” che tocca apici d’intensa commozione.

Un condensato dello stile di Brouwer lo troviamo nei suoi “Etudes Simples” (Estudios Sencillos), brevi brani dal forte carattere che sono studiati da allievi e amanti della chitarra in tutto il mondo. Uno di questi è stato citato perfino da Randy Rhoads, chitarrista di Ozzy Osbourne, nell’introduzione alla canzone “Diary of a Madman”.

by Wenz

Scarica gratis “Play the Love”
per chitarra classica e orchestra
(spartito e mp3)
 

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share