Perchè accordare la chitarra a 432 Hz?

20 maggio 2016 12 Di Enzo Crotti
accordare-chitarra-432-hz

Photo by Luis Lima

La frequenza di 432 Hz è molto benefica e piacevole per accordare il LA della chitarra o di altri strumenti. Se provi, sentirai che il suono della tua chitarra sarà più morbido e delicato, non per niente spesso molti musicisti accordano i loro strumenti un pò calanti per ottenere questo effetto, anche di uno o due semitoni in meno rispetto l’accordatura standard di 440 Hz.

Il motivo di questo suono più morbido è che le frequenze di 432 Hz per la nota LA e di 256 Hz per la nota DO, sono più naturali e seguono meglio la normale risonanza delle nostre cellule ed onde cerebrali. Sfortunatamente con il temperamento equabile non si possono avere entrambe, solo una delle due è possibile, mentre per accordare con queste frequenze assieme occorre adottare una scala Pitagorica o Tolomaica, come quelle usate in antichità. Comunque anche con il temperamento equabile, accordare a 432 Hz è sempre meglio, ma bisogna considerare anche altri fattori, come la tonalità del brano che si suona che in questo caso diventa fondamentale. Ho realizzato una versione del noto Canone di Pachelbel con la chitarra classica e l’ho accordata sulle frequenze della scala Pitagorica. Prova ad ascoltarla e magari lascia un commento per dire cosa ne pensi, mi sarà utile. Si tratta di un esperimento, ma ci sto lavorando sopra, per arrivare a realizzare quella che ho definito “Musica a 432 Hz integrale“. In questo brano le frequenze principali sono RE a 288 Hz e LA a 432 Hz. Buon Ascolto.

Enzo Crotti
By Wenz
Chitarrista, Compositore

 

 

VIDEO: “Canone di Pachelbel in RE” – musica a 432 Hz integrale


Libro: Musica a 432 Hertz integrale