Storia della chitarra Jazz: Eddie Lang

Share
Eddie Lang, biografia, chitarra jazzUno dei primi chitarristi jazz, sicuramente il più importante del suo periodo, fu Eddie Lang. Negli anni venti segnò la nascita della chitarra solista nel jazz, collaborando con importanti orchestre e compiendo le prime incisioni in cui la chitarra trova una dignità solistica.

 

Forse non tutti sanno o immaginano che la chitarra non ha avuto sempre un ruolo di primo piano nella musica moderna. La sua grande diffusione e il suo utilizzo da parte dei cantanti di blues per accompagnarsi, non riuscivano comunque ad emanciparla come strumento solista. Era infatti troppo debole il suo suono per poter competere con gli strumenti principali delle orchestre che andavano di moda all’inizio del Novecento.

Uno dei primi chitarristi che iniziò a proporsi non solo nel ruolo ritmico fu Eddie Lang, nato a Filadelfia nel 1902 ma di origine italiana, a testimonianza del grande ruolo degli italo-americani nella nascita della musica Jazz negli Stati Uniti. Il suo vero nome era Salvatore Massaro, era figlio di un liutaio e cominciò a studiare violino prima, per poi dedicarsi successivamente alla chitarra all’età di 10 anni.

Con il violinista Joe Venuti condivise buona parte della sua carriera, si erano conosciuti fin dall’infanzia perché erano vicini di casa. Dopo aver suonato con diverse band locali, compì tourné internazionali facendosi conoscere e guadagnandosi un’ottima reputazione, fino ad essere assunto nella miglior orchestra americana dell’epoca proprio con l’amico Venuti: l’orchestra di Paul Witheman.

Nonostante non sapesse leggere la musica, possedeva uno stile molto raffinato come testimoniano le incisioni in duo con Venuti di quegli anni, considerate meraviglioso esempio di primo “Jazz cameristico”. Ma era anche un musicista istintivo e sapeva suonare molto bene il blues, cosa che fece incidendo sotto lo pseudonimo Blind Willie Dunn con Lonnie Johnson, eccezionale chitarrista di colore.

Purtroppo la sua carriera fu breve e, dopo essere diventato l’accompagnatore di Bing Crosby, morì nel 1933 per un semplice intervento di tonsillectomia. Fu comunque un grande musicista ricordato con affetto dai suoi colleghi, ecco ad esempio come lo descrisse Lonnie Johnson: “Lang era il miglior chitarrista che avessi mai incontrato e le registrazioni che feci con lui rimangono la mia esperienza migliore… era la persona più gradevole con cui abbia mai lavorato”.

by Wenz

Scarica gratis
“HORSE RACING”

(spartito per chitarra sola)

 


Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share